Archivi tag: Cavour

Per un nuovo miracolo italiano

“Garibaldi ha reso all’Italia il più grande servizio che un uomo potesse: ha dato agli italiani fiducia in sè stessi: ha provato all’Europa che gli italiani sanno battersi e morire sui campi di battaglia per riconquistare una patria. […] Per quanto mi riguarda non mi importa nulla di frenare il suo successo: preferisco veder svanire la mia popolarità , perdere la mia reputazione, ma veder fare l’Italia”.

(Camillo Benso, conte di Cavour)

In questo momento storico, così delicato per il nostro Paese, la frase di Cavour sopra citata mi sembra particolarmente significativa, particolarmente “inattuale”. Credo che di fronte a un pensiero del genere, volto al Bene Comune, all’interesse di una nazione, in molti dovrebbero interrogarsi. A mio avviso qui c’è una lucida distinzione, una chiara coscienza, decisiva per valutare un uomo pubblico, fra ricerca di una popolarità da quattro soldi, fatta di privilegi e prebende, e ricerca di una popolarità  – gloria, capace di elevare l’azione politica. Cavour e Garibaldi erano differenti, profondamente differenti. Un rivoluzionario ed un diplomatico, un Repubblicano ed un Monarchico.  Entrambi capirono di avere una occasione storica e lavorarono insieme, riconoscendo le differenze. Il progetto era quello di realizzare uno Stato italiano modernamente ordinato in senso liberale, orientato all'”Europa vivente”, secondo una felice espressione di Carlo Cattaneo.  In fondo un progetto che è oggi di grande attualità. Forse la nostra sfida. Ecco allora la necessità di affidarsi a uomini nuovi, di grande spessore. Basta guardare a vecchie ideologie. Basta uomini immagine, occorre ritrovare uomini di pensiero e azione. L’attuale classe politica, di ogni colore, ha fallito ed è inadeguata a guardare al futuro.  E’ tempo di pensare a nuovi orizzonti, è tempo di avere nuovi progetti, nuove visioni.  E’ tempo di scegliere democraticamente, attraverso il voto libero da pregiudizi donne e uomini capaci di leggere il nostro tempo. E’ tempo di bocciare sonoramente, non votandoli, trasformisti, opportunisti, carrieristi. E’ tempo di mandare a casa chi in questa situazione ci ha portato. Ne saremo capaci?

Simone De Clementi

Prove di nuova politica

Annunci